TikTok cos’è e a cosa serve

TikTok è un’app di condivisione video in forma abbreviata che consente agli utenti di creare e condividere video di 15 secondi su qualsiasi argomento. Il suo creatore è Bytedance e inizialmente era un’app più a scopo di intrattenimento musicale. Erano infatti diffusi sulla piattaforma soprattutto balletti e performance canore.

L’app è stata lanciata nel 2016 in Cina, dove si chiama Douyin (tradotto in inglese come shaking sounds). È diventata internazionale nel 2017 come TikTok; il nome, a quanto pare, è una forma onomatopeica che riprende il suono degli orologi ma ricorda anche il conto alla rovescia e le azioni minuto per minuto. Nel 2017-18, TikTok ha acquistato e si è fusa con la concorrente, musical.ly.

TikTok in sostanza è una piattaforma di social media per creare, condividere e scoprire brevi video. L’app viene utilizzata dai giovani come sfogo per esprimersi attraverso canti, balli, improvvisazioni. Va molto forte il lip synch ossia la sincronizzazione labiale che consente ai tiktoker di creare video usando altri audio e condividerli con l’intera comunità.

Sono molti famosi anche i Point of view – detti POV – cioè i punti di vista, dove i creator spiegano qualcosa alternando dei punti di vista. Tipo mamma e figlia, due amiche e così via…

Come le altre piattaforme puoi seguire gli altri ed essere seguito, è possibile anche collegare gli altri social.

Perché TikTok è così popolare in tutto il mondo? L’app cinese è diventata virale in davvero poco tempo.

I brevi video che si alternano rapidamente che TikTok offre ai suoi spettatori possono far cadere in un loop sulla piattaforma. Uno dei problemi di Tiktok è che come molti social dà dipendenza. Della serie solo un altro video e perdi mezz’ora a scrollare. Tra l’altro TikTok è molto brava a fornire agli utenti il tipo di contenuto che vogliono vedere grazie a un attento algoritmo che impara da come un soggetto interagisce sulla piattaforma.

 

Leave a Reply