Non è più possibile condividere un account Netflix nel 2022?

Netflix è diventata la piattaforma di streaming più nota e conosciuta, oltre che più fruita nel mondo. Rappresenta uno dei colossi nel settore dello streaming di film e serie tv. E, stando ai dati messi a disposizione da Red Hostings, la piattaforma della ha fatturato nell’ultimo trimestre 7,43 miliardi di dollari, vantando 1,54 milioni di nuovi utenti.

Pertanto, da un po’ di tempo, è diventata abitudine degli utenti condividere l’account con amici e parenti, così da dover versare un’unica quota di iscrizione. 

La piattaforma Netflix non è rimasta a guardare e dal 2022 il servizio streaming bloccherà la condivisione degli account. Stando alle statistiche diffuse, il 10% degli iscritti a Netflix effettua una condivisione dell’abbonamento. Pertanto, potenzialmente 10 milioni di utenti non versano la quota per la fruizione del servizio. In termine di numeri, stiamo parlando di 10 milioni di potenziali abbonati che non pagano la quota. Infatti, la condivisione dell’account può avvenire unicamente con le persone che abitano sotto uno stesso tetto, ma non con utenti che abitano in posti diversi. Aggiungendo che la condivisione diventa possibile solo per un gruppo di 5 persone al massimo che devono avere in comune l’indirizzo di casa.

Già lo scorso marzo, Netflix aveva fatto recapitare codici di verifica a tutti i profili iscritti, in modo da rendere più complessa la condivisione dell’account e delle informazioni con altri utenti. Lo scopo era quello di confermare se gli utenti condividevano una stessa abitazione. Per espletare la procedura, era sufficiente inserire un codice, che Netflix faceva recapitare al proprietario via e-mail o via SMS. Se il proprietario del profilo e l’altra persona non vivevano nella stessa casa, la verifica era comunque possibile, ma molto complessa e articolata. L’utente, poi, avrebbe potuto differire la verifica e continuare ad usufruire di Netflix, ma il messaggio continuava ad apparire sullo schermo. 

E, ad oggi, Netflix è passato alla mossa successiva. Si sta organizzando per verificare l’indirizzo IP di ogni account, per poi effettuare un paragone con gli account condivisi; in questo modo, diventa possibile controllare se gli utenti con cui è avvenuta la condivisione dell’account Netflix si trovano ad abitare tutti nella stessa casa. Qualora venga rilevata una condivisione illecita,quest’ultimo vedrà sospeso il proprio account. Almeno, al momento, la soluzione più immediata pare sia questa. 

Pertanto, Netflix conferma che la condivisione dell’account può avvenire soltanto se si appartiene alla stessa famiglia e non si abita presso indirizzi diversi. Infatti, la piattaforma di streaming non può concedersi passi falsi, perché il peso della concorrenza è notevole e i competitor possono essere battuti solo permettendo all’utente do fruire di contenuti originali e di qualità, su misura per le necessità e le esigenze degli utenti. 

Leave a Reply