Guide di marketing a 360° - Blog dedicato al marketing e ai marketers. Attraverso questo blog è possibile apprendere le regole del marketing a 360°. Le guide e i tutorial pratici riguardano in particolare i settori del Web Marketing, del Social Media Marketing, della SEO, della SEM, dell’article marketing e del marketing offline.

Le app di messaggistica in Italia

Le app di messaggistica in Italia

By francesco

Non è di certo un mistero e possiamo affermarlo ciecamente: le app di messaggistica sono uno degli strumenti più amati per comunicare nel nostro paese. In particolar modo l’app più utilizzata sembra essere WhatsApp, software mobile che già dal 2013, anno del lancio sul mercato, è stata in grado di attirare l’attenzione di un elevato numero di italiani. Non solo, da quel momento l’apprezzamento degli utenti verso le app di messaggistica è cresciuto costantemente, con l’app di Meta che si conferma saldamente l’app più usata, anche se, nel frattempo, si sono affacciate altre app nel panorama nazionale. Una considerazione necessaria per arrivare a fare il punto di quale siano le app per massaggiare preferite dagli italiani in questo 2022. WhatsApp sarà ancora leader del mercato nei prossimi anni? O ci saranno delle nove app pronte a prenderne il posto? Vediamolo insieme analizzando gli ultimi dati.

Gli incredibili numeri di WhatsApp e quelli pessimi di Messenger 

Esordiamo subito con una verità assoluta: WhatsApp è ancora l’app di messaggistica più amata ed utilizzata dal pubblico italiano. Solo nella prima metà dell’annualità corrente il numero di utilizzatori è stato di 33,1 milioni, che se confrontato con lo stesso periodo del 2021, evidenzia  una perdita del solo 1,4%. Nonostante questo piccolo decremento, solo tre anni fà la media era molto più bassa e raggiungeva appena i 31,8 milioni di utenti, quindi parliamo comunque di numeri molto positivi. Nettamente peggiori invece quelli che riguardano l’altra app di messaggistica del gruppo Meta: Facebook Messenger infatti non sembra destinata ormai al successo, con soli 17,3 milioni di utilizzatori. Non solo dati bassissimi ma anche un netto calo annuo registrato: parliamo di un -21% che si traduce in 4,5 milioni di utenti in meno. In picchiata anche il tempo di utilizzo che nei primi sei mesi dell’anno è stato di 50 minuti, nulla paragonato alle 11 ore quotidiane del cugino verde.

E le altre alternative proposte dal mercato?

Degno di nota il percorso di crescita progressiva che ha investito Telegram nell’ultimo periodo. Un’ascesa che ha portato l’app del magnate Pavel Durov a classificarsi come terza app di messaggistica più utilizzata dal popolo italiano. Dati favorevoli che sono stati registrati in particolar modo dopo gli scandali ed i malfunzionamenti delle altre piattaforme sopra citate degli scorsi anni. Per il 2022 i numeri sembrano comunque essere in calo di ben 7 punti percentuali, mentre è in crescita il dato riguardante il tempo di utilizzo, che si aggira intorno alle 2 ore e che ha visto un exploit del 16% rispetto all’anno ormai terminato. Da notare anche lo sviluppo della community Discord che nella prima parte dell’anno conta 1,9 milioni di utenti al mese con una crescita del 29% rispetto all’anno scorso e un tempo di utilizzo pari a 1 ora e 20 minuti per utente.



Syrus